Torna agli eventi

Arte come Eresia
Centro di Promozione Culturale "Le Muse" - Andria

ARTE COME ERESIA

INAUGURAZIONE:
Domenica 30 Novembre 2014 ore 11.00

DURATA DELLA MOSTRA:
30 Novembre 2014 – 31 Gennaio 2015

ORARI:
feriali 18,00 - 21,00 - festivi 10,30 – 13,30 / 18,00 – 21,00

INDIRIZZO:
Centro di Promozione Culturale "Le Muse" : Via G.Giolitti, 10 – 76123 Andria (BT)

INFORMAZIONI:
Tel. 0883558136 – 0883 557119 - 3389810995 - 3663744217 centro.le.muse@alice.it

GLI ARTISTI IN MOSTRA:
dieci pittori ( Bulzatti, Ferroni , Guarienti , Guccione , Kopp , Luino, Mattioli , Modica , R. Savinio , Tornabuoni ) e uno scultore ( Riva )

CONTATTI:
info@giuseppemodica.com
beppemodica@gmail.com

ARTE COME ERESIA

Clicca sulle immagini per visualizzare le opere

(BR) Muro-melanconia, 2010-13 olio tela cm. 25x35 (BS) L'occhio di medusa, 2012 olio tavola cm. 90x110

COMUNICATO STAMPA
ARTE COME ERESIA

Testo critico di Rocco Ronchi
Leggi tutto
Il Centro di Promozione Culturale “ Le Muse “, celebra il suo quarantesimo anno di attività, inaugurando, il 30 Novembre, una collettiva , “ Arte come eresia “ in cui sono esposte alcune opere dei più importanti maestri dell’arte figurativa del ‘ 900.

Gli artisti coinvolti sono undici , dieci pittori ( Bulzatti, Ferroni, Guarienti, Guccione, Kopp, Luino, Mattioli, Modica, R. Savinio, Tornabuoni) e uno scultore ( Riva ).

Il termine eresia adottato per questa mostra, è stato utilizzato in un’accezione diversa dal significato negativo, che ha poi prevalso, secondo cui essere eretici vuol dire stare al di fuori di una ortodossia. Infatti il significato originario è molto diverso e deriva dal verbo greco “haireisthai“ (scegliere), che rimanda ad un’idea di scelta, di elezione, e gli artisti selezionati, come “airetikoi“ dell’antica Grecia, hanno operato delle scelte, rimaste coerenti per tutto il loro percorso artistico: lottare contro l’inerzia della materia e far emergere l’invisibile nel visibile, l’essenza delle cose, la verità, la bellezza ,la poesia e il mistero, quel “totalmente altro che la figura non contiene, ma a cui è rivolto l’anelito del pittore, la cui musa, come quella dei poeti, è figlia di Mnemosyne, la memoria“, (R.Ronchi ) proustianamente intesa come rivelazione.

“Un’arte, quella eretica, non trasgressiva, anche se indubbiamente polemica con lo stato attuale delle cose, con la condizione di decadimento, ma lo fa in vista di una rinascita, di una metamorfosi. Essa crea una nuova norma dello sguardo, … come se tra l’occhio e le cose non si frapponesse filtro alcuno, quasi che il mondo e l’origine del mondo fosse una sola cosa inscindibile“ ( Rocco Ronchi).

Per il vernissage del 30 novembre 2014, saranno presenti alcuni artisti e sarà disponibile il catalogo “ Arte come eresia “ ( Bandecchi& Vivaldi - Le Muse ) con testo critico di Rocco Ronchi.